Cos'è lo shiatsu?

La parola "SHI-ATSU" deriva dalla lingua giapponese e il suo significato letterale è "pressione con le dita".Lo Shiatsu, un’antica e secolare tradizione di cura sviluppatasi in Giappone intorno al VI secolo, trae le sue origini dalle antiche forme di trattamento curativo della medicina orientale ed in modo particolare dai concetti della Medicina Tradizionale Cinese. Lo sviluppo della medicina orientale è avvenuto in un periodo che varia secondo le citazioni delle varie fonti, già a far data dai 3.000 ai 5.000 anni fa.
Lo shiatsu non é rivolto solo a persone malate ma a tutti coloro che sono interessati a vivere meglio a tutti i livelli.
Il principio su cui si basa è il "toccare", o meglio, toccare attraverso un contatto statico e prolungato che stimola il processo di guarigione che in noi è innato. Il tocco è un gesto istintivo, da sempre presente nella vita sociale ed evolutiva dell’uomo.Toccando possiamo trasmettere sentimenti di amorevolezza o d'aggressività. Nella nostra vita quotidiana a chi non è capitato di urtare accidentalmente con la gamba contro un oggetto e come gesto istintivo non si è portato la mano sulla parte indolenzita al fine di sentire sollievo?! Così, anche, come l'abbraccio di un amico ci può dare coraggio per superare un momento difficile!

Lo Shiatsu è una pratica manuale che ha come obiettivo quello di promuovere Salute e Vitalità stimolando i meccanismi di guarigione, che tutti noi possediamo, attraverso pressioni su punti e zone del corpo, eseguite con le dita e con i palmi delle mani, ma a seconda dei vari stili anche con i gomiti, con le ginocchia, o con le nocche delle mani, ecc.
Le pressioni entrano in profondità senza scivolare sulla pelle (come generalmente accade per il tradizionale massaggio) e producono uno stimolo a cui l'organismo della persona trattata "risponde", recuperando e manifestando "dal profondo" le proprie risorse vitali.


Non si richiede al ricevente di spogliarsi e la tecnica si esegue a terra sul materasso tradizionale giapponese chiamato “Futon”.

Lo shiatsu stimola la capacità di autoguarigione e ciò trova riscontro anche in questa spiegazione scientifica. Quando l'organismo viene eccitato da mutamenti bruschi entra in gioco il sistema nervoso vegetativo simpatico, che rende vigile il soggetto. Quando l'organismo viene sedato, per esempio proprio attraverso la pressione statica e prolungata, entra in azione il parasimpatico, la cui stimolazione è necessaria per attivare il funzionamento degli organi interni. Lo Shiatsu arriva a riattivare le diverse fasce dell'esistenza della persona (fisica, energetica, psicologica, mentale e dell' Io").

Il punto di forza dello Shiatsu, rispetto al massaggio occidentale, è quello della possibilità e dell'abilità dell’operatore nel saper diagnosticare un problema e nel saper progettare il conseguente trattamento specifico: nessuna terapia di questo settore, al di fuori dello shiatsu, è in grado di fare questo, pertanto questa tecnica può definirsi UNICA nel suo genere ed è questo un dei motivi per cui nello shiatsu non è corretto utilizzare il termine Massaggio, bensì TRATTAMENTO.