Waraku

Il Waraku è una disciplina sviluppata da Maeda Hiramasa Sensei, che è stato campione del Giappone di Karate Kyokushinkai ed ora membro del gruppo Shinto Oomoto, come lo era O-Sensei Ueshiba Morihei, fondatore dell’Aikido. Il Waraku è costituito da movimenti a spirale simili a quelli che si possono trovare nell’aikido e in altre arti tradizionali giapponesi, come il teatro No e la cerimonia del tè.

I movimenti del Waraku sono accompagnati da suoni e si praticano con uno Tsurugi (spada di legno) o a mani vuote. Questi movimenti creano armonia, energia ed equilibrio nel corpo e nello spirito e favoriscono il radicamento e la centratura.

Il Waraku non va considerata un’arte marziale da combattimento, ma, come l’Aikido un’arte di pace. Il motto del Waraku è: "Non ferire te stesso e gli altri, fai del bene agli altri e a te stesso"  (tratto da: www.waraku.it )

Attraverso il Waraku è possibile rinforzare ed armonizzare la propria forza vitale, migliorare le relazioni con gli altri e con se stessi grazie all’uso di movimenti, suoni e meditazioni; a mani nude e con il bokken, il bastone di legno. E' possibile sperimentare l’attivazione del ki che si produce grazie ai movimenti a spirale (la figura geometrica tipica dell’armonica interazione delle forze presente in ogni manifestazione dall’elica del DNA ai tornado, dalle spirali delle galassie alle impronte digitali). I movimenti uniti ai suoni prodotti dalla voce ed all’utilizzo della musica produrranno un effetto complessivo, molto piacevole e coinvolgente. (tratto da www.nonsoloshiatsu.it)

 

 

 

Per saperne di più:

Waraku.pdf (192 kB)